• Pubblicata il:
  • Autore: FEDERICO AMARCORD
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: FEDERICO AMARCORD
  • Categoria: Racconti etero

ESCORT DI FINE GUERRA (parte 2)

escort DI FINE GUERRA (parte 2) Dopo esserrsi baciati con passione (lo faceva solo con nonno Gino), lui le succhiava le mammelle e le leccava le ascelle pelose che odoravano di ormoni e sudore. Wanda era orgogliosa del suo corpo e della sua sensualità. A parte le gambe, non depilava nient'altro, nemmeno quell'ombra di peluria quasi invisibile tipica della femmina mora e mediterranea (baffettini?), che scompariva sopra le sue labbra colorate con abbondante rossetto. Di solito, passavano da una sana chiavata in posizione tradizionale ad un lungo smorza candela o pecorina. A modo suo, Wanda aveva dei pincìpi e difendeva il suo meraviglioso culo da tutte le insidie. Godeva ed ansimava, ma non urlava mai, anche per non suscitare ulteriori maldicenze tra i vicini ed i paesani. Una sera del febbraio 1945 (nel dicembre 1944, gli inglesi avevano già liberato tutta la Romagna fino a Faenza), mentre giocava col birillo di Gino, si confidò con lui. Parlavano spesso e di tutto, però quella volta lei sembrava triste. - Ti ricordi che la settimana scorsa, sono stata a Cesenatico per tre giorni? - Sì, eri al Grand Hotel per il ballo degli inglesi... - Be', lì ho conosciuto un matto d'un capitano. Fa l'interprete, parla l'italiano e si è innamorato di me. A Cesenatico non mi conosce nessuno e ho fatto la parte della ragazza per bene. Lui mi ha addirittura pagato una camera per tre giorni e siamo usciti tutte le sere. - Avete scopa...? - Nooo, se ti ho appena detto che facevo la ragazza seria! Comunque è ricco sfondato e... - E... ? - E mi vuole sposare adesso, subito... e portarmi in Inghilterra con lui! Anche mia madre! Te l'ho detto che è matto come un cavallo... - Senti Wanda, ormai la guerra è finita e non puoi farti scappare un'occasione come questa. Se potessi, ti sposerei io, ma lo sai che sono già fidanzato (e bravo il nonno Gino!). Se vuoi fare la bella vita, questo è il momento giusto... e lo dico a malincuore, perchè ti voglio bene... Erano mesi frenetici, tutto stava cambiando e Wanda aveva deciso di cambiare anche la sua vita. Si sono sposati 10 giorni dopo a Cesenatico, nessun parente di lei tranne la madre, e nessun parente di lui, erano bloccati in Inghilterra. Li avrebbero incontrati presto perchè sarebbero partiti su uln aereo della Royal Air Force il pomeriggio seguente. Durante il rinfresco pomeridiano, il capitano si è sbronzato di vino e di brandy insieme ai suoi commilitoni. La sera, l'hanno portato nella camera nuziale cotto come un cefalo. La sposa li ha ringraziati ed ha chiuso la porta. Le avevano reso tutto più facile. Ha tolto il lenzuolo di sopra e lo ha macchiato con il sangue di gallina che gli aveva procurato Gino, lo ha steso fuori dal balcone, ha spogliato completamente se stessa ed il cefalo inglese, e si è messa sotto le coperte vicino a lui. La mattina dopo, tutta Cesenatico ha ammirato il lenzuolo macchiato, cioè il simbolo di integerrima verginità che usava a quei tempi. Il capitano non ricordava nulla, ma era felice quando la giovane moglie gli ha detto che l'aveva sverginata con dolcezza e fatta godere con virilità. Sono volati a Sheffield - Yorkshire ed in paese (Misano Adriatico) nessuno ha avuto più notizie della ex-escort Wanda. Ce l'aveva fatta! FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!